Reply

“Easy to wear” è il mood per l’uomo Belvest per il prossimo autunno inverno 2018 – 19, marchio made in Italy che ha presentato in anteprima al Pitti, edizione 93,  la collezione per la prossima stagione fredda.

Sostanza ed emozione, qualità sartoriali e youthful sportwear uniti per creare uno spirito di totale libertà. Il motore sartoriale permette di far rivivere l’anima del brand in tre filoni Chairman of the Board, Jacketinthebox e Natural Soft. Una collezione di abiti che ridefinisce l’estetica dei capi in ricerca di una facile portabilità degli stessi.

Dal Millennial Blazer, una giacca ad intersio di avanguardia, al Millennial Suit completamente sfoderato, in flanella morbida come knitter hoodie dal gusto wash&wear, fino a un Great Coat ispirato ai grandi cappotti di inizio secolo, rivisitati nel guizzo creativo del cappuccio – ever. Un’interpretazione contemporanea del sartoriale che vive anche nella ricerca sui tessuti, tutti con una storia, un’emozione da raccontare.

La collezione prosegue nei concept Double, dove i tessuti doppiati e i colori emergono in tutta la bellezza delle loro sfumature, in capi come l’Ultrasoft Overcoat in purissimo baby camel ultramorbido, nei pantaloni in nuove microtexture hopsack in lane fine, velluti ultrathin, o gabardine in cotone cashmere coordinati, così versatili e youthful looking da diventare anche tessuti per cravatte unite da Millennial Suit.

La camice sono multiforme, dai minicheck alle righe, fino a quelle bianche. Le cravatte, fiore all’occhiello del brand sartoriale, sono fatte a mano, sugli stessi tessuti di abiti e giacche. Anche la maglieria si ispira ai tessuti della collezione: dal diamand theme del gilet reversibile alle giacche dalle trame micro, oltre ad un filone di maglieria che fa molto millennial hoodie.

00001 00002 00003 00004 00005

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.miasposa.it/magazine-matrimonio/abiti-sposo/pitti-93-lo-stile-belvest/
Twitter
Pinterest
Reply